Intervista del 1983 a Luigi Costacurta
di Luigi Costacurta

Che cos’è la medicina naturale?

Oggi si tende a confondere la medicina naturale con le discipline alternative orientali come la riflessoterapia, l’agopuntura, l’omeopatia ecc., mentre la vera medicina naturale è cosa ben diversa. Si tratta di un principio interdisciplinare, che comprende la dietetica e l’idro-termo-fango-terapia. La dietetica o trofoterapia è la scienza che controlla le compatibilità bio-chimiche associative degli alimenti nei confronti delle necessità fisiologiche dell’organismo. Da non confondere con la dietologia. La trofoterapia insegna a vivere fornendo le sostanze atte al mantenimento, al recupero e alla vitalità dell’organismo; dà la possibilità di disintossicarsi con la monodieta, il digiuno, l’associazione degli alimenti. L’idroterapia aiuta il processo disinfiammatorio dell’organismo, la fangoterapia stimola le attività circolatorie e fa in modo che la pelle, riscaldandosi, svolga la sua funzione di organo atto ad eliminare le scorie. Sudando semplicemente, ci si disidrata e non ci si disintossica.

 

Lei afferma che la malattia è un fatto culturale. In che senso?

È implicito in quanto detto prima. Noi ci ammaliamo a tavola, perché mancano nella nostra vita quotidiana determinati principi igienistici ed in particolare dietetici. Ecco perché la malattia diventa un fatto culturale. In Italia poi si insegna tutto meno che come si deve mangiare, bere e vivere in modo sano. Da tutto ciò deriva la necessità dell’informazione degli organi preposti, che invece si disinteressano di certi temi. Indispensabile la prevenzione delle malattie, imparando a mangiare, a bere, a vivere e, perché no? A lavarsi.

 

Lei si occupa anche di iridologia? È vero che gli occhi parlano di noi?

Gli occhi parlano, eccome! E non solo a livello psicologico, denunciando il nostro umore, anche a livello fisiologico. Gli occhi ricevono le sensazioni dall’esterno e le trasmettono al cervello, il quale per effetto nervoso le ritrasmette all’iride. Questo è uno degli organi più ricchi di terminali e radici nervose. Noi, guardando l’occhio, non possiamo dire a una persona “Hai l’epatite”, ma possiamo dire, rifacendosi al concetto dell’equilibrio termico e dell’unicità organica, “Hai il fegato infiammato”, “Hai i reni che non funzionano”, “Hai l’intestino che non va”. L’iridologia è un mezzo di indagine; l’iride ci parla di una alterazione organica prima che questa si manifesti.

 

Concludendo, qual è la funzione della medicina naturale?

Solo la medicina naturale risale all’origine della malattia, previene la malattia, normalizza l’organismo in quanto visto come entità unica, psiche e materia. Non c’è scissione organica. Se sta male un organo stanno male tutti. La malattia nasce dall’apparato digerente con la febbre gastrointestinale. il sangue è il prodotto di ciò che noi mangiamo. Se avremo buon sangue, avrmo buona salute.

 


[ 1 ]