Comunicato stampa
di Luigi Costacurta

Pubblichiamo un inedito comunicato stampa dell’inaugurazione del 2^ anno accademico della scuola di Iridologia e Naturopatia “Luigi Costacurta”.

 

Sabato 25 novembre 1989 è stato ufficialmente aperto il II anno accademico 89/90 dell’Accademia di Scienze Igienistiche Naturali “Galileo Galilei” di Trento.

All’importante appuntamento che si è volutamente svolto nel ristretto ambito accademico erano presenti i 51 neoiscritti al primo corso, il Presidente dott. Giacinto Bazzoli, i docenti dott. Antonino D’Ascari e dott. Negri, il presidente di sezione sig. Costantino Iliopulos, nonché il prof. Luigi Costacurta che ha intrattenuto i presenti con un mirato intervento riflessivo e propositivo di cui abbiamo voluto riportare la sintesi.

 

Anziché enfatizzare su ciò che è la nostra istituzione accademica e sui principi specifici del suo orientamento culturale, didattico e pedagogico, come comunemente e tradizionalmente in qualsiasi ricorrenza similare si fa, a mio avviso direi che oggi dovrebbe essere un giorno di riflessione sui propositi di ognuno di noi.

Come prima cosa diciamo che l’Accademia di Scienze Igienistiche Naturali è un’istituzione culturale nell’istituzione dell’AC.N.I.N., quindi il suo orientamento culturale è specifico ed unico. Pertanto chi ha voluto e vuole accedere a questa scuola, di certo dovrebbe avere una predisposizione specifica.

Questo momento che rappresenta l’apertura o l’inizio di un nuovo studio per coloro che intendono avventurarsi nell’apprendimento di una nozionistica che alla base è diametralmente opposta alla medicina convenzionale e per coloro che già inizieranno il secondo anno di studio deve essere un giorno di riflessione e di considerazioni su quanto esposto, tanto più che lo studio proposto da questa scuola è alquanto faticoso. Richiede rinunce, grandi sforzi e sacrifici, quindi la persona che ha il suo tempo impiegato dal lavoro perché deve vivere, per dedicarsi allo studio deve sacrificare il suo tempo libero e talvolta anche molte ore di sonno.

Non crediate che basti l’ora di presenza alle lezioni impartite nella scuola: queste non sono altro che un elemento introduttivo alla nozionistica delle specifiche materie; il più lo dovete fare a casa.

L’esame vi impone la conoscenza di ogni specifica materia.

La conduzione delle lezioni, quanto le modalità d’esame, verrà secondo le proposte dei docenti previo il benestare del rettorato e della presidenza dell’Accademia.

Rispetto massimo alla metodologia del docente, che in tutti i casi, secondo le sue conoscenze ed esperienze, farà il possibile per trasmettere quanto di meglio possa. L’esame invece sarà la prova di quanto avete studiato e capito e sarà anche il passaporto per essere ammessi allo studio dell’anno successivo.

Sappiate che in materia di insegnamento, se confrontiamo con quanto succede nelle università italiane, questa scuola può portare il fiore all’occhiello.

Intendo essere chiaro: questo studio in primo luogo richiede quanto ho detto in precedenza; non è per la ricerca di nuove conoscenze da mettere nel calderone delle altre, se del caso ne avete, esse talvolta sono quelle che già identificano l’attitudine professionale di alcuno di voi.

Questo studio è per coloro che hanno compreso la veridicità scientifica delle Scienze Igienistiche Naturali, le quali non si confondono con quant’altro proposto dall’odierna cultura delle metodologie allopatiche per ciò che a salute si riferisce.

Le discipline igienistiche naturali sono le uniche ad avere una dottrina i cui postulati, per la loro chiarezza scientifica, sono indiscutibili, solo aspettano d’essere recepiti, trasmessi ed insegnati a solo fine del bene individuale e collettivo.

A mio avviso, direi che ai nostri corsi dovrebbero partecipare solo coloro che hanno colto il messaggio che proponiamo, il quale va al di là di quello che può essere un diploma o un attestato.

Chi si rivolge all’iridologo naturo-igieno-trofopatologo o ad un iridologo naturopata della nuova scuola, vuole sapere come va o cosa ha il suo organismo e cosa deve fare. A questo punto si riscontra l’onestà ed il sapere dell’operatore che noi abbiamo preparato.

Deve suggerire quanto di più è specifico al quadro dell’anormalità funzionale risultante, senza alcuna prescrizione di intrugli vari che svuotano il portafoglio del malcapitato che chiede aiuto, poiché tutti quegli intrugli che il commercio offre fanno più male che bene, in special modo se vengono assunti da un organismo che non riesce a metabolizzare e se talvolta riesce a metabolizzare fanno bene solo a chi li fabbrica e li vende. Lo dico per esperienza e di esperienza ne ho molta: 30 anni di prove, di osservazioni, ecc. ed i risultati che ho ottenuto non sono altro che l’effetto di quello che si definisce reazione organica per effetto della stretta osservanza dei dettami ispirati dai dottrinali concetti che regolano le discipline igienistiche naturali. Non sono stati gli intrugli proposti dal commercio.

Riassumendo quanto ho detto l’Accademia di Scienze Igienistiche Naturali, oltre alla ricerca scientifica, ha lo scopo di preparare nuovi operatori che siano veramente in grado di aiutare il prossimo senza esosità e di continuare la divulgazione culturale delle discipline igienistiche naturali, che nell’attuale contesto culturale hanno una rilevanza non indifferente per ciò che a prevenzione dalla malattia si riferisce; una rilevanza senza eguali per il recupero della perduta salute del singolo, nel contempo, anche quella dell’economia dello Stato altamente compromessa dalla salute precaria del cittadino, che quotidianamente richiede maggiori sussidi sanitari e pensionistici.

Invitandovi a riflettere su quanto ho detto, auguro a tutti un proficuo studio.

 


[ 1 ]