L'igiene naturale
di Accademia "G.Galilei"


La scuola di Iridologia e Naturoigienotrofopatia "Luigi Costacurta" ha alla base del proprio insegnamento e approfondimento dell'igiene naturale nell'ambito della prevenzione, autogestione e normalizzazione dello stato di salute individuale e collettivo.
L'Igiene Naturale insegna a vivere in modo sano e in armonia con la natura.
Suo obiettivo principale è l'insegnamento dell'autogestione della salute attraverso una sana e corretta alimentazione e l'esercizio delle metodiche naturali che, unitamente, consentono il controllo e l'eliminazione della tossiemia accumulata.
L'igiene globale dell'organismo, basato su una corretta eliminazione delle impurità degli organi interni (sangue, intestini, polmoni, fegato, ecc.), costituisce la condizione essenziale per un buon funzionamento organico; una cattiva eliminazione delle scorie causa l'avvelenamento dell'organismo compromettendo quindi la salute.
Il cibo, quando è sano e assunto nella giusta combinazione degli alimenti, costituisce di per sé un elemento fondamentale nel recupero e nel mantenimento della salute: così come lo sono l'aria, l'acqua, la terra e la luce.
Oggi, più che nel passato, l'uomo sente il bisogno di ristabilire un equilibrio armonico con sé stesso e con la natura.
Ritrovare l'equilibrio armonico, significa riconoscere e seguire le leggi naturali perché da esse nasce e si sviluppa la vita.
Con l'avvento della civiltà industriale sull'intero globo e la conseguente disumanizzazione, l'uomo si è allontanato dalla natura inquinando l'ambiente in cui vive e mettendo in serio pericolo la propria salute e la propria esistenza.
Nella ricerca per ritrovare tale equilibrio, egli riscopre l'importanza vitale di quegli elementi semplici e naturali, che l'acqua, la luce, il sole, l'aria, la terra e il cibo. Un diritto dell'uomo è quello sano, un dovere è quello di mantenersi in salute. La salute è la normale funzionalità dell'organismo nei processi di nutrizione e di eliminazione.
Essi si realizzano simultaneamente nell'apparato digerente, nella pelle e nei polmoni.
Tutte le malattie sono una manifestazione di "mancanza di salute" e sono un segno evidente di depressione e distruzione della forza vitale.
Qualunque sia il nome e la sua manifestazione, escluse le cause ereditarie e traumatiche (psicologiche e fisiche), la malattia è puramente di natura funzionale e non microbica.
Essa è costituita da "febbre gastrointestinale" che genera uno stato di "squilibrio termico" fra temperatura interna ed esterna del corpo.

LA DOTTRINA TERMICA
La dottrina termica insegna all'uomo di mantenere e recuperare la salute mediante l'equilibrio della temperatura interna ed esterna del corpo.
Nella sua attività normale, l'organismo umano mantiene sempre una temperatura uniforme a 37 gradi centigradi, tanto sulla pelle quanto nelle mucose interne (intestinali, ecc).
Solo a questa temperatura può realizzarsi il normale ed armonico sviluppo della flora microrganica del nostro corpo, la cui presenza è necessaria alla trasformazione degli alimenti: "sana fermentazione".
Come rivela l'iride degli occhi, tutte le malattie hanno un'origine di tipo infiammatorio (esclusi i casi di ereditarietà e traumatici) e si manifestano con una "febbre gastrointestinale".
La febbre inizia con la congestione delle mucose dell'apparato digerente, dovuta al susseguirsi di cattive digestioni. Nella parte infiammata e congestionata, la temperatura è maggiore (38-40°) e l'afflusso di sangue è maggiore, provocando così una deficiente circolazione periferica, raffreddamento e anemia della pelle (35-36°). Tanto maggiore e prolungato sarà questo squilibrio termico, maggiore e degenerativo sarà il processo di infiammazione intestinale (putrefazione), terreno favorevole alle insorgenze micro-batterico-patologiche, caratteristica specifica dello stato di malattia in genere.
Per recuperare lo stato di salute, è necessario ristabilire il giusto equilibrio termico attraverso l'uso corretto degli agenti naturali quali: aria, terra, sole, acqua, ecc… ma soprattutto attraverso la conoscenza, la comprensione e l'attuazione di un'alimentazione igienica.

GLI AGENTI NATURALI
Rigenerarsi significa vivere, e questo processo è costituito dall'incorporazione dell'energia e sostanze di cui necessita il nostro organismo, in combinazione alla contemporanea ed opportuna eliminazione di ciò che è inservibile e pregiudiziale, cioè di tutto ciò che con il ricambio organico si converte in residuo e rifiuto.
Più attivo è questo processo di rinnovazione, ossia il ricambio organico, più normale sarà lo stato di salute nell'individuo, e man mano che subentra l'alterazione in questo ricambio organico si va originando uno stato di infermità, che, se non è trattato secondo le istruzioni della Dottrina Termica, finirà per paralizzare il processo di ricambio.
Gli elementi naturali costituiscono il mezzo che la Natura ci offre per ripristinare gli squilibri termici del corpo. L'acqua, la terra, l'aria e la luce, sono agenti di salute. E' con il loro giusto utilizzo che si otterrà la normalità delle funzioni organiche e in particolare di quelle eliminatorie e nutrizionali.
Le proprietà salutari e specifiche degli agenti naturali soccorrono l'energia vitale dell'individuo indebolita per la normale ed efficiente attività degli organi della digestione, respiratori ed emuntori. E' la Natura che interviene dunque a ristabilire ogni disordine organico che caratterizza lo stato di malattia.

L'ACQUA
Dopo l'aria, l'acqua fredda è il migliore alimento e medicamento. Il principio costitutivo di tutti gli umori del corpo (sangue, bile, succhi gastrici e pancreatici e intestinali, saliva) è l'acqua.
Il peso del nostro corpo è costituito dal 75% di acqua. Possiamo resistere per più giorni senza mangiare, ma non è possibile rimanere altrettanto tempo senza bere. L'acqua di sorgente impregnata di agenti atmosferici è la migliore per il mantenimento della salute poiché in essa si trovano combinate in condizioni ottimali: aria, energie magnetiche, solari ed elettriche.
Con il suo potere purificatore essa dissolve ed elimina tutte le impurità. Con il suo potere magnetico dà vitalità, equilibra il sistema nervoso e regolarizza l'intero organismo

USO DELL'ACQUA
Principi fondamentali dell'IDROTERAPIA: decongestionare e disinfiammare; vasodilatazione e vasocostrizione; interscambio umorale o osmosi.
Le caratteristiche reazioni salutari che si riscontrano in seguito alle applicazioni idroterapiche sono: senso di calore distribuito uniformemente su tutto il corpo; arrossamento della pelle.
Le principali applicazioni idroterapiche: enteroclima o clistere; frizioni e abluzioni; getti; bagni caldi o freddi (parziali o totali); bagni di vapore (parziali o totali); fasciature; compresse.

LA TERRA
La terra è un elemento composto prevalentemente da sostanze organiche: è il migliore dei microrganismi i quali hanno il potere di trasformare in sostanze vitali tutti i rifiuti organici e gli stessi corpi organici morti che in essa vengono sepolti.
La terra nelle sue applicazioni fangoterapiche ha il potere di disinfiammare, assorbire, vivificare e cicatrizzare.
L'argilla non è uguale alla terra. Applicata sul corpo svolge, per le sue particolarità, effetti differenti.

USO DELLA TERRA
La fangoterapia è una tecnica applicativa il cui scopo è quello di disinfiammare, depurare e decongestionare a livello osmotico. Il fango si ottiene impastando la terra con acqua o decotti di erbe salutari, a seconda delle necessità.
I cataplasmi possono essere parziali o totali e si possono ottenere anche con l'ausilio di altri prodotti naturali.

L'ARIA
L'aria ci nutre fornendoci le sue energie chimiche, magnetiche, solari, elettriche.
E' il primo degli elementi e il primo dei medicamenti indispensabili per la vita dell'uomo e di ogni cosa, poiché tutto respira.
Oggi l'uomo respira male a causa della vita stressante e della cattiva qualità dell'aria, dovuta all'inquinamento.
L'aria pura dà alimento alla maggioranza delle nostre necessità fisiologiche. Tutti i gas che all'origine la compongono partecipano ad un equilibrio nutrizionale, sia che vengano assunti con la respirazione orale o cutanea, sia che costituiscano la struttura stessa del cibo naturale allo stato integrale.

LA LUCE
Il sole è più di una fonte di calore: è il principale generatore della vita, è il centro dell'energia vitale di tutto il nostro sistema planetario.
La luce è l'alimento più sottile del nostro sistema nervoso. Essa fornisce le reazioni fisiche e chimiche del nostro organismo in quanto è un agente indispensabile per il ricambio organico, cioè per il processo di rinnovamento delle cellule e del sangue.

LE APPLICAZIONI ATMOSFERICHE
Le applicazioni atmosferiche mirano al recupero della salute e al suo mantenimento avvalendosi degli elementi naturali quali: aria (aeroterapia), luce e sole (elioterapia), clima (climatoterapia).
L'aria e la luce rinforzano le cellule dell'organismo e favoriscono l'espulsione delle sostanze tossiche, lo purificano e lo rinforzano per mezzo del ricambio gassoso.
Il bagno d'aria è fortificante e purificatore.
Il bagno di sole aumenta il metabolismo e la forza vitale del sangue e della linfa, liberandoli dalle sostanze morbose, attirate in superficie ed espulse con la sudorazione.
Stimola la forza vitale nella produzione di anticorpi ed ha proprietà antibatteriche ove sussistano processi battericopatogeni dovuti a bacilli e virus.
Il bagno di sole ha un effetto vivificatore, approfittando direttamente dei raggi luminosi, e un effetto depurativo col suo calore che permette la traspirazione.
La componente climatica è un completamento dell'insieme delle discipline igienistiche.
I fattori e le componenti climatiche che influenzano notevolmente la normalità funzionale neurovegetativa dell'organismo sono: la natura dell'aria, il grado di umidità, la differenza dei raggi solari, la differenza delle temperature e delle escursioni termiche, il vento e la paesaggistica.
Le componenti climatiche interessano i diversi ambienti: marino, collinare, montano o di alta montagna.


"La vita è racchiusa negli elementi dell'universo in dipendenza delle forze del mondo Cosmico. Il segreto della Natura è la risultante della tramutazione degli elementi e la realtà consiste nella loro saggia utilizzazione.
Disconoscere e sottovalutare l'influenza e gli effetti di queste forze ed elementi vuol dire candidare il proprio organismo alla prematura conclusione dell'esistenza."
Luigi Costacurta






[ 1 ]